L’ausilio dei video e delle animazioni 3D per veicolare in modo più efficiente la comunicazione tecnica

L’utilizzo della computer grafica e dell’animazione video 3D nel mondo industriale è una realtà in forte espansione. Sempre più spesso, infatti, aziende manifatturiere di tutte le dimensioni si rivolgono a professionisti e studi specializzati per realizzare una simulazione video 3D dei loro macchinari o di interi impianti.

A partire dai file CAD di progetto è oggi possibile creare, per i prodotti esistenti ma soprattutto per quelli ancora in fase di sviluppo, e quindi fisicamente non disponibili, filmati di presentazione del concept progettuale e dei principi di funzionamento o di illustrazione delle procedure di installazione e manutenzione dei diversi componenti.

Ecco che allora le animazioni video 3D diventano potenti strumenti di vendita, capaci di dare un contributo essenziale alla comprensione del meccanismo di funzionamento delle macchine e di ridurre il time to market, generando emozioni nel cliente. Si rivelano, inoltre, molto utili in presenza di interlocutori stranieri, con i quali le difficoltà della lingua possono ostacolare la trattativa o la comprensione di certe caratteristiche o soluzioni cinematiche adottate.

La realizzazione di video 3D di impatto può favorire il lancio di una nuova macchina, valorizzando il processo industriale e la qualità del ciclo produttivo, e rivelarsi utilissimo per presentare prodotti durante fiere, congressi ed eventi aziendali, a supporto sia del marketing sia dell’area tecnica di training.

In più, le animazioni video 3D contribuiscono certamente a dare un senso di rinnovamento tecnologico, per far passare il messaggio di un’azienda in linea con i tempi e tecnologicamente all’avanguardia anche dal punto di vista della comunicazione visiva.

Concludendo l’animazione 3D permette di:

  • riprodurre la logica di funzionamento del processo produttivo senza la necessità di realizzare costosi prototipi o di fermare la produzione per l’esecuzione di video reali, per i quali serve, ad esempio, allestire le macchine, la sala da ripresa, l’illuminazione, ecc.;
  • esaltare gli aspetti tecnici di un prodotto con effetti 3D d’impatto, mettendo in evidenza i punti di forza e ricreando contesti e ambientazioni di funzionamento;
  • simulare il funzionamento di componenti e meccanismi interni a volte non visibili in una ripresa reale, ad esempio perché coperti da sistemi di protezione (carter);
  • garantire una comunicazione efficace dei concetti chiave, spiegando processi complessi in un modo semplice e coinvolgente;
  • trasmettere le informazioni a persone di qualsiasi Paese, senza la necessità di traduzioni;
  • valorizzare e distinguere rispetto ai competitor il prodotto in occasione di eventi, fiere e conferenze ed aumentare la brand awareness;
  • formare in modo immediato gli utenti che utilizzeranno il prodotto;
  • potenziare la presenza su web e social media: è più facile ritrovarsi ai primi posti dei motori di ricerca con una keyword inserita nelle animazioni video 3D piuttosto che nella naturale indicizzazione di Google.

Di seguito il link alla sezione del sito di Qubo dedicato ai filmati e alle animazioni 3D: