Norma UNI EN ISO 7010 – le novità sui pittogrammi di sicurezza

La necessità

Il processo di normalizzazione dei segni grafici adottati è stato favorito dalla  necessità di  trasmettere  le  informazioni   di   sicurezza con un sistema che:

  • minimizzi l’utilizzo di testi,
  • sia facilmente comprensibile.

La realizzazione dei segni grafici normalizzati è stata coordinata dall’ISO (International Organization for Standardization), sviluppata da esperti internazionali e ha avuto come principale direttrice la necessità di rendere tali segni facilmente comprensibili in un contesto multiculturale. Per ottenere questa finalità sono stati effettuati specifici test di comprensione sui segni grafici realizzati, che ha a sua volta reso possibile l’individuazione di quelli con il più alto grado di comprensione per gli utilizzatori.

L’enorme lavoro svolto si è concretizzato con la pubblicazione della norma ISO 7010,  nella  quale  sono  indicati  i segni grafici da utilizzare per trasmettere i principali messaggi di sicurezza.

 

Lo scopo

La norma UNI EN ISO 7010 (recepimento italiano della norma ISO 7010) ha lo scopo di uniformare la simbologia relativa alla segnaletica di sicurezza e contiene una raccolta di simboli registrati e armonizzati, riconosciuti a livello internazionale.

Il sempre maggior numero di lavoratori di diversa madrelingua ha comportato la necessità di uniformare in modo rigoroso la simbologia adottata nelle istruzioni di sicurezza testuali. Partendo da questo punto di vista si è pertanto creato uno standard internazionale per i segnali di sicurezza: utilizzo di pittogrammi facilmente comprensibili indipendentemente da lingua, cultura o abilità. Nonostante in Europa questo principio fosse già riconosciuto, l’armonizzazione dei simboli a livello continentale non aveva mai avuto un riconoscimento ufficiale: con il recepimento della norma ISO 7010 questa carenza è stata colmata.

Nello specifico, la norma prescrive i segnali di sicurezza da utilizzare:

  • nella prevenzione degli infortuni;
  • nella protezione dal fuoco;
  • per l’informazione sui pericoli alla salute;
  • nelle evacuazioni di emergenza.

 

Gli ambiti di applicazione

La norma UNI EN ISO 7010 si applica a tutti gli ambienti di lavoro di tutti i settori, con le seguenti eccezioni:

  • traffico ferroviario, stradale, fluviale, marittimo e aereo;
  • in generale, i settori soggetti a una regolamentazione che può differire in alcuni punti della presente norma e della serie ISO 3864.

Pertanto ogni ambito che prevede la necessità di comunicare messaggi e informazioni relative alla sicurezza rientra nell’ambito di applicazione di questa norma, ad esempio:

  • impianti;
  • attrezzature;
  • aree pubbliche o di intrattenimento;
  • piani di fuga, emergenza e manuali.

 

Le caratteristiche della simbologia

La norma UNI EN ISO 7010 specifica le caratteristiche originali dei segnali di sicurezza:

  • la forma e il colore di ogni segnale di sicurezza sono conformi alla ISO 3864-1;
  • la progettazione dei segni grafici è conforme alla ISO 3864-3;
  • i segnali possono essere ridotti o ingranditi per esigenze di riproduzione e di applicazione.

La differenza tra i segni grafici previsti dalla UNI EN ISO 7010 rispetto a quelli previsti dalle vecchie norme UNI è spesso considerevole, ma l’utilizzo dei  nuovi  segni  grafici  da  parte  di  tutti  gli  Stati:

  • garantisce una più ampia comprensione, indipendentemente dalla lingua  parlata dal  destinatario del  messaggio;
  • permette di trasmettere il messaggio di sicurezza sempre con lo stesso segno grafico, indipendentemente dallo Stato in cui ci si trova.

 

Le applicazioni in Italia sui luoghi di lavoro delle normative pregresse alla norma UNI EN ISO 7010

Le norme UNI non coperte dalla UNI EN ISO 7010 non sono state ritirate e pertanto rimangono in vigore, in particolare si può ragionevolmente affermare che nulla vieti la normale circolazione di segnali contenenti simboli del D.Lgs. 81/2008, fino a nuove disposizioni. Una  specifica circolare  del  Ministero  del  Lavoro fornisce i chiarimenti necessari per l’utilizzo dei segnali presenti nella norma UNI  EN  ISO  7010 o  presenti  in  altre  norme  UNI,  in  rapporto a  quelli pubblicati nell’allegato XXV del D. Lgs. n. 81/2008.

In Italia i cartelli già installati sui luoghi di lavoro in conformità con il D.Lgs. 81/2008 rimangono validi: per la segnaletica già installata non c’è obbligo di modifica. Tuttavia, tutti i nuovi cartelli installati dopo il 1° gennaio 2014 devono rispettare quanto prescritto dalla norma UNI EN ISO 7010. È possibile sostituire i cartelli conformi al D.Lgs. 81/2008 con i nuovi cartelli e pittogrammi in conformità con quanto indicato dal Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.